Convegno " I labirinti della paura "

Avatar utente
fidapina
Messaggi: 41
Iscritto il: 11/03/2015, 7:51

Convegno " I labirinti della paura "

Messaggioda fidapina » 25/06/2018, 21:15

25 Maggio Convegno “ I labirinti della paura”
“ di una sola cosa dobbiamo aver paura, di aver paura” (Charles Darwin)
Presso la Sala Convegni del Palace Hotel Mediterraneo si è svolto venerdì 25 Maggio il Convegno “ I Labirinti della paura”.
Perché si è voluto riflettere su un tema che potrebbe, ad un’osservazione superficiale, apparire un argomento dell’occulto; ma ad un’osservazione più attenta scopriamo che oggi abbiamo paura delle catastrofi naturali, abbiamo paura di invecchiare, paura del futuro economico; paura del nuovo, dell’inedito, paura della solitudine, della follia ,del diverso, della malattia; paura della morte. Tante ed infinite sono le paure che ci pervadono nonostante i livelli di tecnologia avanzata e sofisticata che si sono raggiunti. Il tentativo di questo convegno è stato quello di costruire un profilo della paura all’interno di un metaforico labirinto, attraverso il contributo di professionisti di diversa formazione e competenza.
Dopo i saluti del Sindaco, che attraverso la metafora di Minosse nel Labirinto ha esposto le difficoltà, le problematicità che può vivere un’amministrazione comunale e come spesso quelle che sembrano soluzioni possano diventare impedimenti e complicazioni per altri versi.
Al convegno hanno partecipato introducendoci nel tema Virginio Gallo, dell’Associazione “la Buffa, agitatori culturali”, il quale interpretando il brano “Crescendo” tratto da “ I racconti” di Dino Buzzati ci ha permesso di vivere i segnali della paura che tutti noi riconosciamo in quanto essa è inscritta nel nostro patrimonio genetico e potente al punto da dominare tutte le civiltà umane come ci ha evidenziato il dr. Roberto Pititto, medico-nefrologo, nonché storico. Dal Medioevo, quando la paura è diventata collettiva, con la peste, la febbre nera, così identificata, lo schema mentale collettivo è mutato : il contagio virale si incrocia e si interseca con quello virtuale della cospirazione mortifera. Di seguito sono state presentate dalla Dott.ssa Maria Pia Gallo, psicoterapeuta, nonché socia fidapina, le valenze psicologiche e la centralità evolutiva della paura con i suoi inneschi e disinneschi collettivi, sottolineando che la pura essendo un’emozione primaria di difesa ci prepara alle situazioni di emergenza con risposte di difesa o di fuga. La paura, quindi, vista come necessaria alla sopravvivenza, in quanto solo se abbiamo paura saremo indotti a cercare soluzioni di adattive di allarme di fronte all’incombere di un pericolo.
E la consapevolezza, come ha illustrato il Dott . Walter Greco, Sociologo ricercatore dell’UNICAL , che eventi come quello dell’ 11 settembre; Chernobil, abbiano eliminato i confini geografici e innescato meccanismi di protezione e di sicurezza esasperati fino a condurci in comportamenti esacerbati e ridotti ad un personalismo ed egocentrismo intensificati, l’unico rimedio che oggi appare possibile rimane il superamento di ciò ed il recupero del senso di appartenenza ad un specie e ad una società che è stata capace di superare le barbarie e che dovrà trovare un nuovo valore alla vita e alle persone. Và combattuto il “contagio dell’idea della paura”.
Le conclusioni come sempre sono state affidate alla nostra Presidente Distrettuale , Giusy Porchia, che ci ha ancora una volta omaggiato della Sua presenza ed ha sottolineato il ruolo educativo degli adulti, siano essi genitori o insegnanti verso i bambini, aiutandoli a capire che l’aggressione verso l’altro non aiuta ad eliminare la paura, ma vanno aiutati a riconoscerla, capirla e saperla gestire con coraggio. La serata si è conclusa co la conviviale.

La Presidente di Sezione
Franca Santelli
Allegati
Foto1.docx
(176.75 KiB) Scaricato 8 volte
Foto2.docx
(745.84 KiB) Scaricato 6 volte
Foto3.docx
(675.99 KiB) Scaricato 9 volte
Foto4Nuovo Documento di Microsoft Word.docx
(1.76 MiB) Scaricato 8 volte
Foto5.docx
(1.36 MiB) Scaricato 7 volte
Anna Magnone

Torna a “Biennio 2017-2019”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite